“Le Parrocchie-Le chiese”

SAN MARTINO VESCOVO
Si trova traccia di una comunità religiosa nel nostro territorio già intorno all’anno mille, ma è del  1241 un documento emesso dal canonico Uguccione, che conferma la presenza di una chiesa, sotto la giurisdizione della Abbazia della Vangadizza di Badia Polesine.
Poi nel 1536 Mons. Ferretti, vicario generale del Vescovo di Adria, ne constata la distruzione a seguito di innondazioni. Parzialmente ristrutturata nel 1594, ritorna in stato di abbandono verso l’anno 1686 per i danni provocati dallo stagnamento di acque alluvionali.
La chiesa attuale prende forma dopo l’alluvione del 1784 e dai 3 altari iniziali, attraverso varie ristrutturazioni ed aggiunte, perviene alla forma contemporanea, titolata al Patrono San Martino Vescovo, ed ai co-patroni San Rocco e Santa Eurosia.

_______________________________________________________________________________________________
31/12/2018
Ristrutturata dal 2017 al 2018, con rifacimento copertura,  messa in sicurezza strutturale e restaurazione della facciata, a fonte di un impegno di spesa di 356.000,00 euro totali (compresa la progettazione e la direzione lavori) riceve dalla FONDAZIONE DELLA CASSA DI RISPARMIO DEL VENETO nel 2018 un contributo DI COMPLESSIVI EURO 100.000,00, nel 2017 euro 50.000,00 dal COMUNE DI SAN MARTINO, e dalla C.E.I. il contributo di euro 178.000 tra il 2017 ed il 2018.
================================================================================================

SANTA MARIA ASSUNTA IN BEVERARE
La prima presenza di un curato a Beverare risale al 1790 e amministra un oratorio, che viene elevato a Curazia nel 1845, anno a partire dal quale la comunità di Beverare si può considerare parrocchia.
La chiesa attuale prende forma a partire dal 1909, e risale al 1922 la consacrazione ufficiale con la titolazione a Santa Maria Assunta ed al patrono San Valentino Martire.
Viene ufficialmente eretta a parrocchia nel 1928 e riceve il decreto presidenziale nel febbraio del 1952.